sabato 24 dicembre 2011

Starman Jones - Robert A. Heinlein

Starman Jones è una favola. Il pubblico a cui è rivolto è piuttosto un pubblico adolescenziale. La storia è semplice e senza troppe pretese. Max Jones è appunto un adolescente che scappa di casa per fuggire dalla matrigna e dal patrigno cattivi, dopo che anche il padre è passato a miglior vita. Suo zio era un astrogatore, in pratica un pilota spaziale, così Max non si dimentica di portare con sé i libri dello zio scomparso dopo averli memorizzati grazie a un'incredibile memoria fotografica. Inutile dire che il sogno più grande di questo ragazzo è di seguire le orme dello zio, quindi Max farà di tutto per imbarcarsi su un'astronave e intraprendere il mestiere di astrogatore.
C'è un po' di tutto in questo libro. C'è un'astronave che solca lo spazio districandosi nello spazio-tempo, c'è una mezza storia d'amore, c'è il cattivo di turno e poi ci sono gli alieni (cosa che si intuisce dalla copertina). Già, gli alieni. Gli alieni descritti in questo romanzo sono un po' troppo simili a quelli letti in un altro libro di Heinlein, I figli di Matusalemme. Non fisicamente, intendiamoci, ma ricorre una certa caratteristica che è presente anche nel libro che ho citato, e cioè quella che l'autore definisce "schiavitù simbiotica". Evidentemente Heinlein aveva il pallino fisso.
 Il libro forse è un po' troppo maschilista, ma non nel senso dispreggiativo del termine. Anche questa è una caratteristica che fa pensare ad un libro rivolto ad un pubblico specifico, un pubblico maschile e adolescente. Tutti i personaggi sono uomini, l'unica donna è la ragazza che stringerà amicizia col protagonista, di nome Ellie. Ellie non fa praticamente niente, a parte passare il tempo con Max ogni tanto. Quando Ellie inizia a giocare a scacchi sembra un evento, perché "le ragazze non sanno giocare a scacchi" dirà lo stesso Max a un certo punto.  Il motivo di tutto ciò sarà dovuto al fatto che il libro è un po' vecchio, risale infatti agli anni cinquanta.

Flavio Alunni

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...