giovedì 20 dicembre 2012

Considerazioni fantascientifiche su H. P. Lovecraft

Per sua stessa ammissione Lovecraft ha portato la dimensione del fantastico dal terrestre al cosmico e all'interdimensionale. Pensare di classificarlo come solo autore horror o fantascientifico parrebbe inadeguato. Mi sembra più appropriato dire che si tratti di ingredienti da lui utilizzati con sapienza per ottenere qualcosa di nuovo. Potremmo obbiettare che emulo di Poe non avesse alcuna originalità (ovviamente falso!), potremmo anche obbiettare, a posteriori, influenzati dal successo dell'inesistente necronomicom, grazie ai i cultori dell'occulto e grazie anche a molta letteratura e cinematografia, che fosse un autore horror, così come potremmo obbiettare da figli della fantascienza che i suoi Antichi, i suoi guardiani di porte dimensionali, le sue città fantastiche figlie di tecnologie arcane su pianeti di universi e dimensioni dimenticate nel tempo, le sue astronavi, i suoi, ai nostri occhi, mostruosi alieni provenienti da altri universi pronti ad inscatolarci come sardine o i suoi anfibi terrestri pronti a trasformarci in altrettanti abitanti di città sottomarine, le sue matematiche quantistiche, siano ineludibili indicatori del fatto che fosse un autore fantascientifico. Tutte obbiezioni legittime se decontestualizzate, ma la simbiosi è innegabile. L'inscindibilità è evidente. Nulla comunque è soprannaturale, tutto è frutto di dimensioni spaziali e temporali arcane e con leggi differenti dalla nostra ma con leggi. Gli esseri umani possono percorrerle, rischiando di perdersi, annichilirsi o, come moderni Gilgamesh, diventare divinità per aver compreso.


Marco Corda

Howard Phillips Lovecraft (1890-1937)



2 commenti:

  1. Uno dei migliori scrittori secondo me, molto meglio di Poe. Ho il mitico tomo edito dalla newton, quello gigante e pesantissimo, dove c'è praticamente tutto, è un po' scomodo ma ne vale la pena. La genialità di Lovecraft è inarrivabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consiglio le due equivalenti raccolte di saggistica, entrambe in commercio: "Teoria dell'orrore" e "In difesa di Dagon".

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...