domenica 30 dicembre 2012

Medicorriere - La dittatura sanitaria di Alan E. Nourse

Titolo originale: The Bladerunner
1974 by Alan E. Nourse
Urania n. 876 del 22/2/1981

Scritto nel 1974 e ambientato nel 2009, quello di Alan E. Noure non è un romanzo che narra di imprese intergalattiche né in esso si decide il destino dell'umanità. Al centro dell'attenzione sta un ragazzo apparentemente insignificante, chiamato Billy lo Zoppo per il suo piede storto, di professione medicorriere. Billy lavora per Doc, un medico illegale come ce ne sono diversi nel mondo di Nourse, procurandogli attrezzature mediche di contrabbando. Billy è l'emblema della società in cui è nato e ne subisce tutte le conseguenze. Dopo una catastrofica crisi sanitaria verificatasi nel 1994, il parlamento decise di ristrutturare il sistema ospedaliero istituendo un organo con poteri straordinari in materia di sanità: il cosiddetto Controllo Sanitario, con poteri dittatoriali di orwelliana memoria. Per motivi che saranno spiegati nel testo, nel 1994 la politica decise che per garantire il corretto controllo demografico e per mantenere un adeguato pool genetico nel paese (associati al corretto funzionamento del sistema sanitario) bisognava sterilizzare tutti coloro che venivano sottoposti a cure mediche negli ospedali statali. Il paese è quindi spaccato in due. Da un lato ci sono quelli che ricorrono alle cure mediche e che di conseguenza sono sterili, dall'altro quelli che non si vogliono far sterilizzare e che quindi ricorrono all'attività medica illegale di alcuni medici volenterosi e dei medicorrieri che li riforniscono. A complicare le cose ci si mette il crescente e violento movimento integralista che è contrario a ogni forma di medicina e che non di rado spunterà fuori per guastare la festa.
Billy, Doc e l'infermiera Molly rischiano il carcere ogni giorno per garantire la cura a chi non vuole farsi sterilizzare in ospedale. La trama è arricchita da varie altre idee e soggetti apparentemente sconnessi che in realtà contribuiscono a dare un senso sociologico compiuto all'intera opera. 
La storia personale di Billy lo Zoppo è a suo modo toccante. Billy è un ragazzo che avrebbe voluto studiare medicina ma non ha potuto farlo perché il sistema non glielo ha consentito, così ha deciso di fare il medicorriere, unico mestiere che gli permette di aiutare il prossimo e di coltivare, a suo modo, la sua passione per la medicina.
Billy, Doc e Molly non sono intraprendenti viaggiatori d'astronavi interplanetarie, non sono neanche famosi cacciatori di androidi né audaci guerrieri ammazza-mostri. Billy, Doc e Molly sono degli eroi del tutto particolari. Sono tre eroi invisibili, ignorati dai media e perseguitati dal potere. Essi rischiano il carcere per un'ideale di solidarietà. E lo fanno nonostante i loro svariati problemi personali, che Alan E. Nourse fa abbondantemente notare per evidenziare la fatica e la dedizione dei tre protagonisti.
Medicorriere narra dunque le vicende di queste tre anime eccezionali. E' un'opera d'una sensibilità ammirabile, che rientra senza dubbio tra i tesori letterari da riscoprire.  

Flavio Alunni



Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...