mercoledì 26 giugno 2013

La criocamera di Vorkosigan - Lois McMaster Bujold

Innanzitutto lodo l'iniziativa di Urania che in pochi mesi ha pubblicato due titoli della saga: I due Vorkosigan  in Urania Collezione n° 106, titolo prima reperibile come usato nell'unica edizione Nord a carissimo prezzo in quanto fuori catalogo; e, per l'appunto, La criocamera di Vorkosigan, prima inedito per l'Italia. Ancora piccola nota: in copertina le mani dei risvegliati dal sonno criogenico hanno sei dita. Maestro Brambilla mi conferma di aver ricevuto chiare indicazioni dalla redazione affinché le dita fossero sei ma non ha una spiegazione.
Una potentissima corporazione specializzata nel sonno criogenico, originaria del pianeta New Hope II,  pianifica l'apertura di una filiale su Komarr, il secondo pianeta dell'impero di Barrayar. Vi sono tuttavia opacità negli aspetti legali ed economici che impongono indagini ai massimi livelli direttamente su New Hope II. La delicata indagine è affidata all'abile ed esperto Ispettore Imperiale Miles Vorkosigan che si reca sul pianeta nelle vesti di un privato investitore interessato al progetto di espansione commerciale su Komarr. Suo malgrado, Miles finirà subito ed accidentalmente coinvolto in una azione terroristica perpetrata da un gruppo di sovversivi, tanto fanatici quanto sprovveduti, da cui sarà inopinatamente rapito. Anche grazie a questo incidente, Vorkosigan, riacquistata la libertà in modo tanto particolare quanto imprevedibile, avrà modo di mettere pienamente a frutto la sua consueta abilità e perspicacia venendo a conoscenza di verità in grado di destabilizzare l'immenso potere che le corporazioni del sonno criogenico esercitano sul loro pianeta e stravolgerà i piani occulti dietro le strategie di espansione industriale nell'impero Vor...
Urania 1585 dell'agosto 2012.
Copertina di Franco Brambilla.
Per coloro che hanno già conosciuto e probabilmente apprezzato gli altri romanzi della saga, confermo che l'autrice ripropone qui le sue notevoli doti di scrittrice capace di equilibrio, precisione, ottima caratterizzazione, lucidità narrativa e buon senso nelle interpretazioni socio politiche. Rimarco anche quel pizzico di sensibilità e punto di vista femminile che danno un'ulteriore coloritura al timbro della sua opera. Per chi invece non avesse mai letto alcun romanzo della saga Vor, sebbene ogni libro viva anche singolarmente, sarebbe un vero peccato rinunciare al gusto di partecipare all'evoluzione di vicende, personaggi ed intrecci attraverso molteplici e coinvolgenti avventure, beneficiando della abilità della Bujold nel creare personaggi credibili dotati di una spiccata dimensione umana che finiscono per diventare di famiglia.

Detto questo, cito testualmente un pensiero di Ivan Vorpatril (il cugino di Miles Vorkosigan): "Ivan si chiese cosa avrebbe detto il vecchio Miles". Si tratta di una frase, a romanzo già concluso, piuttosto pregnante sopratutto per la parola vecchio (da non intendersi in senso anagrafico ma in opposizione con il nuovo Miles): l'ultimo, inaspettato colpo di scena costringe infatti Miles Vorkosigan a voltare pagina con se stesso, concludendo un ciclo. Questo episodio avrebbe, a mio modestissimo parere, potuto essere la degnissima conclusione di una lunga ed appassionante avventura narrativa. E' stata netta in me la sensazione che ulteriori sviluppi, se pur sicuramente supportati da idee originali ed interessanti oltre che da arte ed abilità tecnica, finirebbero per riproporre personaggi divenuti si "di famiglia" che però hanno ormai espresso tutte le loro potenzialità. La Bujold, forse proprio contando su questa "familiarità", ha nel frattempo pubblicato un ulteriore romanzo che vede come protagonista il succitato Ivan Vorpatril (per ora disponibile solo in inglese con il titolo Vorpatrill's Alliance). Non so se si tratti di uno "spin off" o se sia rimasto saldamente ancorato alla linea principale, tuttavia, a meno che non si gridi al capolavoro, ritengo conclusa la mia più che positiva esperienza del ciclo Vor con La criocamera di Vorkosigan.
I libri della saga, sono tutti editi da Nord. I due Vorkosigan anche da Urania e La criocamera di Vorkosigan solo da Urania. Esistono anche edizioni di DelosBooks di romanzi più brevi tuttavia inglobati come capitoli anche nelle più estese edizioni Nord. Su La criocamera di Vorkosigan è presente una sequenza cronologica ragionata dei libri. Anche Wikipedia riporta sequenze ragionate.
Alcuni dei libri Nord, fuori catalogo, sono comunque reperibili come nuovi in diverse librerie online, altri sono di più difficile reperibilità, comunque solo come usato pagandoli talvolta a caro prezzo. I due Vorkosigan edito da Urania ha risolto il problema su quello meno facile da trovare anche nell'usato. Cito ancora Vorpatrill's Alliance, quale seguito o spin off della saga, per ora (2013) disponibile solo in inglese. Infine faccio presente il bel romanzo Gravità zero che, sebbene non sia inquadrato nella saga Vor in quanto ambientato temporalmente molto prima di essa, si allaccerà alla saga nel romanzo Immunità diplomatica. Andrebbe letto come prodromo.

Marco Corda

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...