giovedì 26 settembre 2013

Rock progressivo italiano - Le Orme: Piccola rapsodia dell'ape (1980)

Insieme al Banco del Mutuo Soccorso e alla Premiata Forneria Marconi, Le Orme sono tra i più apprezzati e popolari gruppi prog rock italiani. Nella loro ampia produzione hanno creato un numero invidiabile di capolavori musicali, come la canzone Gioco di bimba dell'album Uomo di pezza al quale sarà dedicato, più avanti, uno spazio nella rubrica.
L'album di questa settimana è Piccola rapsodia dell'ape, una delle opere più complete del gruppo. In esso troviamo delle melodie fantastiche, e ciò che stupisce è la costanza dell'alto livello melodico, il quale non scende mai di qualità dalla prima all'ottava traccia. La qualità non scende neanche se compariamo i testi delle canzoni, in buona parte azzeccati anche se non sempre seguono un filo impeccabilmente logico, cosa che bisogna tenere in conto quando si parla di canzoni. Ne viene fuori un disco bomba, purtroppo breve, godibile al cento per cento. Completezza rara nel mondo della musica.
I pezzi musicali sono tutti cantati, fatta eccezione per la traccia che dà il nome all'album, memorabile virtuosismo sonoro. I testi sono per la gran parte romantici, senza risultare banali né smielati, anzi si direbbero schietti, sentiti e allo stesso tempo disinteressati, dove la retorica non è di casa. Insomma a Le Orme va il merito di essersi dedicati ad un argomento, l'amore, molto delicato, e la prova è stata superata successo.

Flavio Alunni


01 Il treno
02 Raccogli le nuvole
03 La mia sposa bianca
04 Piccola rapsodia dell'ape
05 Charango
06 Fiore di luce
07 Fragile conchiglia
08 Buona notte



Immagine © grandeduc - Fotolia

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...