domenica 27 ottobre 2013

Andromeda - Michael Crichton

Andromeda è un thriller scientifico, o se vogliamo biologico. Un agente patogeno dall'origine sconosciuta dilaga in uno sperduto villaggio americano seminando decine di vittime e rendendo la zona quasi desertica. A un team di biologi affermati viene dato il compito di risolvere l'enigma. Le vicende si ambientano soprattutto in un laboratorio segreto governativo messo a punto per casi di massimo rischio biologico. Gli scienziati vengono prelevati dalle loro case da agenti segreti in giacca e cravatta come un thriller americano che si rispetti. A rendere Andromeda degno di essere letto è la minuziosità nel mostrare le operazioni e gli esperimenti di laboratorio, con strumenti e termini propri della biologia universitaria più che scolastica sebbene non necessari per la comprensione della trama. Il giallo prosegue a suon di provette e vetrini, di ricerche e deduzioni, di alti rischi in camice bianco. Gli scienziati dovranno improvvisarsi detective, e non faranno niente di molto diverso da quello che fanno quotidianamete i biologi reali quando indagano sull'origine di una malattia infettiva dal ceppo sconosciuto. A Michael Crichton va il merito d'essersi dimostrato competente, d'aver insomma studiato, di aver creato un'opera intellettualmente appagante. In quanto a contenuti ci si ferma a quelli elencati, cosa che rende Andromeda sbilanciato verso il commerciale ma non troppo. Dal libro è stata tratta una pellicola di discreto successo e come spesso accade si incontrano più persone che hanno visto il film rispetto a quelle che hanno letto il romanzo. Inutile dire quale delle due forme artistiche sia la migliore.
Flavio Alunni



4 commenti:

  1. Michael Crichton è un autore che conosco veramente poco.Ricordo di aver letto, ormai 15 anni fa, solamente un suo romanzo intitolato "Congo", del quale conservo comunque un buon ricordo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essendo un autore di best seller è un po' ignorato dai fantascienziati in senso stretto, però dev'essere molto valido anche se, come te, ho letto solo un libro di Michael Crichton. Poi non dimentichiamo che è l'autore di Jurassic Park e che "Andromeda" fu pubblicato persino dalla Nord.

      Elimina
  2. È un libro bellissimo che non risente affatto del passaggio del tempo (a parte le schede forate ^__^). Sono senza dubbio una fan di Crichton anche se l'ho scoperto e apprezzato come autore due anni dopo la sua morte. Meglio tardi che mai. Adoro il modo in cui mette la scienza al centro di tutto. Dai suoi libri si impara sempre qualcosa e lo si fa divertendosi. Irraggiungibile.

    RispondiElimina
  3. Allora bisogna assolutamente colmare questa imperdonabile lacuna.Grazie!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...