domenica 27 aprile 2014

Skeleton Monster: sei fumettisti alla conquista del mondo



Sei fumettisti affermati in Italia e all’estero, distanti e differenti per formazione, esperienza e stile di vita, decidono di condividere le loro professionalità. Si incontrano, bevono qualcosa, scambiano due chiacchiere e si fondono in un’entità mitologica che, da qui in avanti, sarà conosciuta come Skeleton Monster.

Me ne stavo come di consueto al Teatro dell'Orologio di Roma, in attesa di vedere uno spettacolo di teatro danza, e vedo le pareti della sala principale tappezzate di ottimi disegni, tra cui spiccava un disegno piuttosto grande dov'erano illustrati dei corpi femminili molto fantasiosi nell'atto di danzare. All'ingresso del Teatro vengo incuriosito da un ragazzo sorridente appostato accanto a un tavolino con altri disegni, spillette e tanti biglietti da visita. Con estremo coinvolgimento mi fa fare un breve giro della sala e mi spiega il progetto Skeleton Monster. Scopro ora, dopo una breve ricerca, che la persona che ho incontrato è il fumettista Daniele Bonomo, in arte Gud. Gli altri cinque fumettisti che formano il collettivo sono Werther Dell'Edera, Antonio Fuso, Emilio Lecce, Giorgio Pontrelli e Stefano Simeone. Daniele Bonomo mi ha spiegato che il loro obiettivo consiste nel portare la loro professionalità al di fuori dei loro uffici, esplorando luoghi e persone che col fumetto hanno poca relazione. In pratica, il loro è un progetto di conquista, un'uscita dalla nicchia, molto coraggiosa, imprevedibile e piuttosto curiosa, destinata ad avvicinare al mondo del fumetto e delle illustrazioni anche i più insospettabili. 
Per ulteriori informazioni si rimanda al loro sito ufficiale e alla puntuale e impeccabile intervista collettiva pubblicata sul sito fumettologica

Flavio Alunni

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...