venerdì 12 settembre 2014

In viaggio con Doctor Who: (1x11) Città esplosiva

Questa puntata, che precede il finale di stagione, si ricollega ai fatti narrati negli episodi 4 e 5, in cui avevamo visto navi spaziali precipitare su Londra e giganteschi alieni verdi rinchiusi in maschere di pelle umana aggirarsi nei corridoi di Downing Street. Sei mesi dopo questi avvenimenti, il Tardis atterra a Cardiff per un rapido pit-stop: la città sorge infatti su una frattura nello spazio-tempo (ricordate I morti inquieti?) la cui energia è come carburante per l'astronave. Per fare il pieno ci vorranno almeno ventiquattro ore, e per l'occasione Rose invita anche Micky. Ormai il Dottore, Jack e la ragazza sono un gruppo affiatato, e ne hanno di storie da raccontare. Per il gruppo si prospetta una piacevole giornata, quando una foto sul giornale rovina tutti i loro piani: il nuovo sindaco di Cardiff, infatti, è una loro vecchia conoscenza. Margaret Blane, altrimenti conosciuta come l'ultima Slitheen sopravvissuta all'esplosione di Downing Street.

Il nuovo sindaco sta progettando la costruzione di una nuova centrale nucleare in città, ma girano voci riguardo ad una maledizione su di essa, per cui gli ispettori della sicurezza e gli architetti che hanno lavorato al progetto sono morti in situazioni a dir poco improbabili. Sembra, inoltre, che la centrale sia stata programmata proprio per esplodere, e un'esplosione del genere proprio sopra la frattura avrebbe conseguenze a dir poco disastrose. Fortunatamente la centrale nucleare – il cui progetto porta il nome di Blaidd Drwg, ovvero Lupo Cattivo – non è stata ancora costruita, e dopo un inseguimento dai risvolti comici il Dottore, Jack, Rose e Micky riescono a catturare la Slitheen.

L'intenzione di Nine è di riportare Margaret su Raxacoricofallapatorius, ma sul pianeta c'è la sentenza di morte per la famiglia Slitheen: riportarla lì significa, nella realtà dei fatti, condannarla a morte. È la prima volta che il Tardis ospita un prigioniero, e il dilemma morale che si presenta ai suoi occupanti e profondo.
Sei veloce a sentenziare, e a bagnarti le mani del mio sangue” dice Margaret a Micky. “Sei migliore di me in cosa?”
E nessuno riesce a guardarla negli occhi.
Devono aspettare che il Tardis termini il rifornimento, e il Dottore non è abituato. Lui è l'uomo che se ne va senza voltarsi indietro, senza spiegare nulla. Ma aspettare significa riflettere, e affrontare il peso delle conseguenze delle proprie azioni. E Margaret sa quanto sia difficile, lo vede nei suoi occhi, e come ultimo desiderio chiede una cena faccia a faccia con lui.
Siederai accanto alla creatura che stai per uccidere, e cenerai con lei. Quanto è forte il tuo stomaco?”
“Abbastanza.”
“Vedremo. Ti ho visto combattere i tuoi nemici. Adesso, cena con loro.”

Nel frattempo, Rose e Micky approfittano dell'atmosfera pesante all'interno del Tardis per fare un giro insieme al centro della città. Micky confessa alla ragazza che lui è andato avanti con la sua vita, e sta uscendo con un'altra. È perfettamente comprensibile, ma Rose è pur sempre una donna. È gelosa, reagisce male alla notizia, e i due finiscono a litigare.
Finalmente, Micky le rinfaccia la verità dal suo punto di vista: lei se n'è andata di punto in bianco con uno sconosciuto, facendolo sentire una nullità, e nel momento in cui lui prova ad uscire da questa situazione a Rose basta alzare il telefono per farlo scattare sull'attenti, come se fosse il suo schiavo. È un atteggiamento profondamente ingiusto da parte sua. E questa non è solo una presa di coscienza da parte di Micky, ma anche da parte di Rose.

L'impostazione dell'intera puntata è più psicologica che dinamica. Gli eventi ruotano intorno al rapporto ormai compromesso tra Rose e Micky, e quello difficoltoso tra il Dottore e la Slitheen.
Micky ormai ha capito qual è il suo ruolo, anche se fatica ad accettarlo: è la ruota di scorta, l'unica persona, oltre a Jackie, che tiene Rose ancorata alla realtà. Il fatto è che Micky, almeno razionalmente, non è sicuro di volere una responsabilità simile. In fondo Rose è la ragazza che lo ha lasciato, e continua a lasciarlo ogni volta, ricordandogli crudelmente quanto poco conti se messo a confronto con il Dottore. Ma il fatto stesso che Micky continui ad arrivare ogni volta che Rose lo chiama è di per sé una risposta, anche se lui non lo vuole
ammettere.
Per quanto riguarda la Slitheen, invece, il suo ruolo è chiaramente quello di mettere in discussione il Dottore. Il Dottore, l'uomo che continua a correre senza voltarsi mai indietro, senza affrontare le conseguenze, perché teme il giorno in cui sarà costretto a farlo.
Ma quel giorno ormai è vicino, e la cena con Margaret Blane non è che il preludio di quanto sta per accadere.


Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...