martedì 23 settembre 2014

In viaggio con Doctor Who: 2x01 La vendetta di Cassandra

In questa nuova prima avventura, il Dottore e Rose atterrano nell'anno 5 miliardi e 83, sul pianeta chiamato Nuova Terra. Nel loro primissimo viaggio insieme avevano visto la fine della Terra originaria (vedi La fine del mondo), e il Dottore spiega alla ragazza che dopo quell'evento storico l'umanità si era sparsa tra le stelle, ed era stata presa da un forte movimento nostalgico: sull'ondata di revival che si era creata, era stato trovato quel pianeta – uguale in tutto e per tutto alla Terra originale – su cui moltissimi di loro si erano stabiliti. Una sorta di nuovo inizio, un movimento circolare che riporta agli inizi della prima stagione.
Nuova Terra, nuova stagione, nuovo Dottore.

Sui prati di Nuova New York, Ten e Rose si prendono del tempo per riabituarsi l'uno all'altra, complice anche l'entusiasmo che li prende ogni volta che mettono piede su un altro mondo e in un altro tempo. Ci vuole poco per ritrovare la loro vecchia complicità, e davanti a loro si prospetta una tranquilla giornata da dedicare a loro stessi. Ma qualcuno li sta osservando, qualcuno che è molto interessato a Rose e al suo “puro sangue umano”.
È una nostra vecchia conoscenza: Lady Cassandra, “l'ultimo umano”.

Ten e Rose sono sulla Nuova Terra perché è arrivato uno strano messaggio sulla carta psichica del Dottore: “Reparto 26. Per favore, vieni.”
E' una semplice richiesta, ma il Dottore è curioso e non riesce a resistere. Qualcuno li sta aspettando nell'ospedale di Nuova New York, curato e governato dalle indecifrabili suore gatto della Sorellanza; ma mentre l'ascensore del Dottore raggiunge senza problemi il Reparto 26, quello di Rose viene dirottato e portato nei sotterranei.
Una volta arrivato, il Dottore si ritrova davanti una schiera di letti e malati terminali che guariscono miracolosamente in tempi brevissimi. Lì trova ad attenderlo Faccia di Boe, l'autore del messaggio che lo ha portato laggiù: sta morendo di vecchiaia, e prima di andarsene potrebbe avere qualcosa da dire al Dottore.

La leggenda dice che la Faccia di Boe ha visto l'Universo diventare vecchio. Ci sono tante superstizioni su di lui! Si racconta anche... che poco prima della sua morte, la Faccia di Boe impartirà il suo grande segreto, ma che pronuncerà quelle parole solo a uno come lui.”
Che cosa significa?”

“E' solo una storia.”
“Raccontami il resto.”
“Si dice che parlerà ad un vagabondo. All'uomo senza casa. Il Dio Solitario.”


Nel frattempo, Rose si ritrova faccia a faccia con Lady Cassandra e il suo fedele servitore Chip, un clone a crescita indotta. Cassandra si è salvata dalla Piattaforma Uno per miracolo e in modo non esattamente piacevole; tuttavia, è ancora ossessionata dall'idea di essere l'ultimo umano, e nascosta nel ventre dell'ospedale ha udito dei sussurri e notato cose strane. Quelle gatte hanno dei segreti, e c'è qualcosa di marcio nel cuore dell'ospedale.
Cassandra è sveglia e pronta a tutto, e coglie di sorpresa Rose: con l'aiuto di Chip immobilizza la ragazza e, tramite uno psicoinnesto, si impossessa letteralmente del suo corpo mettendo da parte la mente di Rose. Ha accesso solo ai suoi ricordi di superficie, e scopre così che il Dottore la sta aspettando al Reparto 26; è l'occasione che stava aspettando.

Quando il Dottore, dal canto suo, prova ad indagare sui rimedi miracolosi dell'ospedale, le suore gatto si rivelano essere scontrose e reticenti; la loro scienza è terribilmente avanzata, e Ten sente che c'è qualcosa di sbagliato. Finalmente Rose lo raggiunge e il Dottore indovina subito che qualcosa non torna nemmeno con lei: parla in modo diverso, si comporta in modo diverso, ha un'approfondita conoscenza della tecnologia dell'ospedale. Su suo suggerimento, i due riescono a rintracciare il Reparto Terapia Intensiva e scoprono la verità: nel cuore dell'ospedale ci sono migliaia e migliaia di cavie umane, infettate dalla nascita con tutte le malattie esistenti. È grazie a loro, e agli esperimenti su di loro, che le suore gatto hanno una conoscenza così avanzata della medicina. Il Dottore si ritrova così a dover risolvere in fretta tre problemi: fermare la Sorellanza e i loro massacri sistematici; salvare le cavie che, nonostante tutto, si dimostrano innegabilmente vive e coscienti; e riavere indietro Rose, la sua Rose, la cui mente è compressa dalla presenza ingombrante di Cassandra.

La puntata alterna momenti di azione a scene molto divertenti; è godibile sotto molti punti di vista, anche se quello che salta all'occhio è la capacità e la bravura di Billie Piper (Rose) e David Tennant (il Dottore). Cassandra è una presenza che fisicamente non c'è, ed esiste solo nei cambiamenti espressivi e di atteggiamento dei due, che sembrano diventare persone completamente diverse ogni volta che “l'ultimo umano” passa da un corpo all'altro. Ovviamente è Rose quella messa più a dura prova, ma è memorabile la scena in cui per la prima volta Cassandra si impossessa del Dottore e David Tennant si ritrova a dover rendere l'idea di una donna nel corpo di un uomo.
Da un punto di vista dell'evoluzione dei personaggi all'interno del tessuto narrativo, fin da subito Ten mette bene in chiaro qual'è la sua priorità: qualsiasi cosa accada, qualsiasi nemico si ritrovi ad affrontare e qualsiasi sia il prezzo da pagare, Rose viene prima di tutto. Prima delle cavie sofferenti, prima di Faccia di Boe, e prima ancora della moralità che in teoria gli vieterebbe di mettere la vita di Rose davanti a quella di Cassandra – che dovrebbe invece essere assicurata alla giustizia. Cassandra riesce a percepirlo, nello stesso modo in cui lo percepiscono tutti coloro che provano a mettersi in mezzo tra loro due, anche se in modo più superficiale.


E lo stesso si può dire di Rose. La ragazza non può immaginare quanto ormai sia diventata importante per il Dottore, e dà per scontati molti gesti che invece, ad uno sguardo più attento, avrebbero significati molto più profondi. In breve, si potrebbe dire che, se la prima stagione era più incentrata sulla crescita del Dottore in rapporto a Rose, in questa seconda stagione sia Rose a dover dimostrare qualcosa a Ten. Tocca a lei crescere, smettere di essere la ragazzina diciannovenne e irresponsabile che tanto aveva affascinato Nine. Il Dottore vede in lei qualcosa che forse neanche gli spettatori riescono a riconoscere, ed è tempo che Rose cominci a dimostrare quel che vale. Che cominci a dimostrare – oltre ai singoli, clamorosi gesti che ha compiuto - che si merita davvero l'amore del Dottore... con tutte le meraviglie e i rischi terribili che questo comporta.


Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...