venerdì 24 ottobre 2014

L'Urania 1611 e quell'articolo sull'immortalità

Urania Mondadori
Siamo alla fine di ottobre, il freddo comincia a mordere sulla pelle e l'Urania del mese ha visto la luce con una storia di science fiction poliziesca ad opera di Richard Paul Russo, inserita fra "I capolavori" della collana, dal titolo Angelo Meccanico (Destroying Angel, 1992), tradotto da Stefano Negrini, in ristampa col n. 1611 dopo la precedente pubblicazione sulla stessa Urania nel n. 1350, al quale hanno fatto seguito le uscite degli altri romanzi basati sull'investigatore Frank Carlucci, in particolare nel n. 1374 e nell'"Urania speciale" n. 11 del 1998.
Angelo Meccanico è la storia di un ex poliziotto legato da un conto in sospeso con un serial killer che si fa chiamare "angelo sterminatore", di cui la polizia non riesce a seguire le tracce. L'ex ufficiale di polizia dovrà ricorrere a metodi non convenzionali per condurre a termine un'indagine che porterà a galla alcuni segreti sconosciuti alla cittadinanza e persino alle autorità ufficiali. 
Alla fine del romanzo appare il consueto profilo d'autore di Giuseppe Lippi e, dopo di esso, altrettanto attesa, la rubrica dedicata alla scienza.
Curato da Fabio Feminò, l'articolo scientifico di questo mese si intitola "Se solo non dovessimo morire", ed è «la prima parte di un servizio speciale di "Urania" sul tema della vita eterna, chiave per l'avvenire della ricerca». Si tratta di un pezzo relativamente lungo, quindici pagine in totale, assai ricco e dettagliato sia nei riferimenti scientifici che in quelli fantascientifici, quindi doppiamente documentato, a cui ci si augura che seguiranno non una seconda, ma addirittura una terza e quarta parte. A leggerlo, sembra davvero fattibile la possibilità che un giorno l'uomo sconfiggerà la morte per cause naturali. Ma se proprio si fosse restii a crederlo,  se si ritenesse che l'argomento non potrebbe mai andare al di là della science fiction, nell'articolo si trovano una serie di consigli letterari, da Mary Shelley a A. E. Van Vogt, da Heinlein a Ben Bova, fino a J. G. Ballard e oltre. 

F. A.

2 commenti:

  1. Interessante l'articolo. Peccato che per leggerlo tocchi aspettare altri tre mesi per completare il tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so a quante puntate arriveranno, può darsi solamente due. Certo, non è che uno deve comprarsi il libro solo per l'articolo... o forse sì? Dipende da quanto si è incoscienti.

      Elimina

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...