mercoledì 29 aprile 2015

Racconti elettronici: "Blooper" di Davide Mana

Siamo in futuro che va oltre il 2050. Il Blooper prende anche il nome di Grande Balena Anomala ed è al centro di un considerevole dispiegamento di forze che vede competere tra loro diverse spedizioni di ricerca. La biologia si domanda ancora come sia fatto il mostro marino la cui caccia viene complicata dalla sua capacità di eludere persino le tecnologie più avanzate. Uno dei sofisticati veicoli di spedizione, lo SkyCat, si avvarrà della guida di un ex astronauta che rappresenta il secondo grande mistero della storia. 
L'idea del racconto di Davide Mana nasce da un dilemma scientifico realmente esistito. Era il 1997 quando i geofoni del NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) captarono uno strano suono nel Pacifico equatoriale, un terribile Bloop che aprì le porte a un filone di ipotesi e speculazioni. La prima versione di Blooper fu scritta nel 2008 per l'antologia italiana ALIA (CoopStudi, Torino) prima che le spiegazioni ufficiali vertessero attorno al rumore provocato dal distacco del ghiaccio antartico. 
Mentre gli occhi di molti di noi sono rivolti alle stelle del firmamento alla ricerca di nuovi esopianeti e forme di vita extraterrestri, a volte dimentichiamo che gli alieni ce li abbiamo in casa nostra: sono le innumerevoli e a volte terrificanti specie marine che scorrazzano nell'oscurità degli abissi oceanici. 
Di Davide Mana si era già parlato all'inizio di quest'anno in occasione del racconto Tyrannosaurus Tex, una storia di weird western pubblicata inizialmente nel 2006 sull'antologia Fata Morgana, sempre per CoopStudi. 
Classe 1967, lo scrittore di Castelnuovo Belbo (AT) è paleontologo, blogger, traduttore e autore freelance. Ha tenuto per anni le redini del blog personale intitolato Strategie evolutive, famoso anche per il motto "ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti", aggiornato quotidianamente all'alba di ogni nuovo giorno. Dopo essere stato inattivo per svariati mesi a causa di un problema legato al furto dei suoi contenuti da parte di ladruncoli da quattro soldi, tanto da averlo segnalato noi stessi come definitivamente chiuso nell'articolo Blog fantascienza italiani, il sito è ripartito e ora continua ad essere aggiornato una volta al giorno. 

Jeff Leboffe

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...