giovedì 23 aprile 2015

Racconti elettronici: "Il salvatore" di Robert Reed

Robert David Reed è nato il 9 ottobre del 1956 nel Nebraska e ha vinto il premio Hugo nel 2007 con Un miliardo di donne come Eva, pubblicato sempre da Delos Books nella collana Odissea. Ha al suo attivo circa duecento opere, in buona parte racconti e romanzi brevi.

Saviour è un racconto pubblicato per la prima volta nel 1999. Sbarca oggi in Italia con la traduzione di Fabio F. Centamore come terzo numero della collana digitale Biblioteca di un sole lontano curata da Sandro Pergameno e illustrata da Tiziano Cremonini. La collana, edita da Delos Books, include soprattutto racconti brevi e lunghi, ma anche romanzi, sia classici che moderni, e finora ha ottenuto un considerevole successo di pubblico, nei grossi limiti numerici del mercato degli ebook, s'intende.

Il salvatore è una storia di guerra, o meglio di una guerra passata, che ha avuto come protagonisti gli Umongo, alieni responsabili di un'invasione del tutto singolare la cui peculiarità viene svelata piano piano dal racconto del bambino che parla in prima persona. Il ragazzino è il nipote del colonnello Sattis, a capo della divisione Alpha durante la guerra di invasione che ha colpito la Terra. 

Il vecchio nonnino è stato un grande soldato durante la giovinezza ed è stato insignito delle più importanti onorificenze soprattutto per i suoi meriti durante lo scontro con gli Umongo. A distanza di decenni, però, il nonno si trova in pericolo proprio a causa degli atti eroici compiuti durante la guerra. E la minaccia, stavolta, non proviene dagli alieni.

Il salvatore è il racconto toccante di un ragazzino, del nonno e del cagnolino parlante che se ne vanno a caccia in una bella mattina soleggiata. Una scenetta tranquilla e serena, se il fanciullo non ci rendesse partecipi di una serie di terribili ricordi legati al suo vecchio nonno ma soprattutto alle atrocità della guerra, dalla quale nessuno esce pulito, nemmeno il più grande eroe che la storia ricordi, nemmeno colui che ha salvato il pianeta nell'atto di compiere una scelta difficile ma quanto mai necessaria.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...