mercoledì 1 luglio 2015

Missioni spaziali: MOM (Mars Orbiter Mission)

Segnando l’inizio dell’avventura indiana nello spazio interplanetario, la MOM (Mars Orbiter Mission) si occupa di esplorare e osservare la superficie del pianeta Marte, analizzandola dal punto di vista morfologico, atmosferico e mineralogico. Inoltre, con una specifica ricerca di metano nell’atmosfera cercherà informazioni sulla possibile esistenza di vita nel lontano passato del pianeta rosso.

Una volta lasciata la Terra, la sonda dell'ISRO (Indian Space Research Organisation) ha effettuato la bellezza di 300 giorni di viaggio prima di entrare nell’orbita di Marte. Oltre all’eroico attraversamento dello spazio profondo e alla capacità di essere inizialmente guidata a distanza e di ricevere comunicazioni dalla Terra, la navicella indiana possiede una buona fetta di autonomia funzionale per poter gestire da sola gli eventuali imprevisti.

Quando l’India decise di andare a visitare Marte l’ISRO non aveva tempo da perdere perché la finestra di lancio più vicina era a pochi mesi di distanza mentre per la successiva bisognava aspettare altri 780 giorni, fino al 2016. Così il progetto della missione e la costruzione della navicella e del vettore di lancio, insieme alla preparazione dei sistemi di supporto alla missione, furono messi in piedi rapidamente.

Il MOM fu lanciato con il PSLV-C25, una variante XL del PSLV, uno dei più affidabili veicoli di lancio al mondo. La variante XL era già stata usata per lanciare altre missioni nel 2008 (Chandrayaan), nel 2011 (GSAT-12) e nel 2012 (RISAT-1). Il lancio è avvenuto il 5 novembre 2013 dalla piattaforma di lancio del Satish Dhawan Space Centre SHAR, Sriharikota.

   

Per ottimizzare il lancio della navicella, PSLV-C25 ha seguito una traiettoria ellittica con un perigeo (il punto più vicino alla Terra) di 250 Km, un apogeo (il punto più lontano dalla Terra) di 23500 Km, e un’inclinazione di 19.2 gradi rispetto all’equatore.

La vera e propria sonda (o navicella) è stata prodotta interamente dall’ISRO ed è quindi una grande fonte di orgoglio per la nazione indiana. È entrata nell’orbita di Marte il 24 settembre 2014. Dal profilo twitter ufficiale è possibile tenersi aggiornati sulla missione e godersi in diretta le immagini suggestive scattate a distanza ravvicinata dal pianeta rosso.




Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...