venerdì 31 luglio 2015

Seconda stella a destra e poi dritto fino a Milano: Stranimondi 10-11 ottobre

Le migliori forze fantascientifiche della nazione si uniscono in una iniziativa che non ha precedenti. Dal 10 all’11 ottobre 2015, infatti, è prevista a Milano la prima edizione di Stranimondi, il festival del libro fantastico. Lo straordinario evento è rivolto agli appassionati di letture “strane”, a coloro che si immergono laddove nascono i sogni, nei libri che raccontano storie fantastiche, quindi fantasy, fantascienza, horror, weird e via discorrendo.
La sfida è stata lanciata dall’Associazione Delos Books, insieme alle Edizioni Hypnos e Zona42, alle quali sono seguite le partecipazioni di altre case editrici attive sul piano nazionale e, in alcuni casi, internazionale, come le Edizioni Della Vigna, Edizioni Imperium, Edizioni Kipple,  Future Fiction (collana Mincione), NeroPress e Inknbeans Press.
Il cantiere organizzativo è ancora aperto e chi detiene una casa editrice che si occupa di fantastico e fantascienza può tentare la fortuna scrivendo una mail e seguendo le istruzioni nel sito internet ufficiale di Stranimondi. Tutti gli altri possono chiedere uno spazio nell’evento se hanno con sé una proposta convincente in merito alla presentazione di un libro, una conferenza o una tavola rotonda da tenere sopra un dato argomento. C’è tempo fino al 31 agosto!
Stranimondi non è una convention né una fiera, a dire il vero non è qualcosa che si possa definire esattamente, di conseguenza è una iniziativa davvero strana e pure parecchio avvolta nel mistero. Quello che si sa per certo è che sarà un luogo di incontro fra le persone più strane della penisola italica, quelle persone che si conoscono tra loro soprattutto nei social network, nei forum, nei blog e nelle mailing list perché normalmente vivono isolate l’una dall’altra e se ne vanno in giro fra la gente normale con un sacco di mondi strani nella zucca. Lunatiche, schive, sociopatiche, introverse, queste persone si ostinano a leggere in un paese dove la lettura è quasi di fatto bandita e i fondi alla scuola, all’università, alla ricerca e alla cultura in generale vengono tagliati a colpi di machete. È giunta l’ora di incontrarsi.
Ci si lamenta spesso che alle convention dedicate alla fantascienza e al fantastico vengano affrontati in larghissima parte temi estranei alla letteratura come il cinema, le serie tv o i fumetti. Ora coloro che si lamentano non hanno più scuse: dovranno alzarsi dalla sedia, libro nella tasca, e recarsi a Milano nei giorni 10 e 11 ottobre presso la UESM Casa dei giochi. Per due giorni consecutivi i lettori, gli autori e gli editori potranno incontrarsi per parlare di libri e letteratura.
Il macroevento Stranimondi racchiude in sé una serie di microeventi che sono molto più grandi dentro che fuori, proprio come i libri. Nell’iniziativa si incroceranno, dunque: lo storico Delos Days (la convention biennale del gruppo Delos), Weirdiana (la prima convention italiana dedicata alla letteratura weird) e Strani Libri (uno spazio espositivo ad accesso libero dedicato agli editori del fantastico). Sono previste numerose presentazioni di libri dove sarà possibile conoscere gli scrittori, porre domande e fare approfondimenti che vanno oltre il testo scritto. Si chiamano invece Kaffeeklatsch gli incontri “da bar”, caratteristici del Delos Days, in cui i curiosi e gli appassionati potranno farsi una chiacchierata con il proprio scrittore preferito seduti attorno al tavolo e sorseggiando un buon caffè.
In una iniziativa di questo calibro non mancheranno certo gli ospiti d’onore che, oltretutto, sono piuttosto importanti. Ce ne saranno altri, ma tra quelli già annunciati spuntano i nomi di Aliette De Bodard, Bruce Sterling, Laird Barron, Leonardo Patrignani e Alessandro Manzetti. Senza contare, naturalmente, tutti quei nomi assai noti nel panorama fantastico e fantascientifico italiano che saranno moltissimi e non hanno bisogno di essere invitati come ospiti e tanto meno presentati.
Il finanziamento del progetto si avvale del crowdfunding, con un fondo che si prefigge l’obiettivo di arrivare ad almeno 2000 euro grazie alle quote versate dai partecipanti. A seconda della quota versata dai singoli partecipanti si avrà diritto, ad esempio, ad un ingresso scontato se si versano 10 o più euro, all’ingresso scontato più tre libri a scelta se si versano 30 o più euro, a tutto quello detto finora più la maglietta dell’evento se si versano cifre dai 50 euro in su.
Basta col lamentarsi! È ora di lasciare il computer a casa. Abbiamo la possibilità di arricchirci l’un l’altro, di sostenere attivamente il lavoro delle piccole case editrici del fantastico. Alziamoci dalla scrivania, sosteniamo la letteratura di genere, un tempo definita popolare. Diamo uno schiaffo ai premi da quattro soldi, alle becere operazioni di marketing che riempiono le librerie di sciocchezze mainstream. Smettiamola di dire che la fantascienza è morta, che gli editori non fanno abbastanza. Smettiamola di isolarci con le nostre letture bizzarre e confrontiamoci con quelli come noi, che sono nascosti, rintanati per sfuggire alla omologazione dilagante. Lasciamo facebook, twitter, e riscopriamo il fascino e le emozioni degli incontri veri e propri, faccia a faccia, antenna ad antenna, tentacolo a tentacolo. Due giorni passati a Stranimondi saranno come un intero anno passato a commentare nei social network. Stavolta, la realtà, potrebbe superare l’immaginazione.

Jeff Leboffe

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...