giovedì 24 settembre 2015

Un segmento di DNA ripetuto la possibile causa del tumore ai testicoli

Il cancro ai testicoli (CT) è una delle più comuni forme di tumore maligno e colpisce prevalentemente i maschi caucasici tra i 15 e i 39 anni. Esistono diversi tipi di tumore ai testicoli e il seminoma, da solo, si manifesta nel 50% dei casi. L’incidenza del CT varia dal punto di vista geografico ed è tre o quattro volte più alta nei paesi del Nord Europa e nella Nuova Zelanda rispetto alla media mondiale.

© Seamartini Graphics - Fotolia
Nel corso degli anni sono stati scoperti diversi fattori di rischio correlati al tumore sebbene le cause principali rimangano tuttora sconosciute. Le evidenze epidemiologiche suggeriscono che il suo sviluppo potrebbe essere dovuto ad un malfunzionamento nell’azione degli ormoni sessuali e dei loro recettori cellulari. Il malfunzionamento del recettore androgeno (RA), in particolare, è all’origine di alcune forme di disfunzione sessuale nell’uomo.

Il gene del recettore androgeno è localizzato nel cromosoma X e contiene due triplette di nucleotidi ripetute n volte: CAG e GGC. Queste ripetizioni, rappresentabili come (CAG)n e (GGC)n sono contenute all’interno di un esone, cioè nella parte codificante del gene. All’estremità della proteina risultante compaiono dunque una fila di glutammina e un’altra di glicina, i due aminoacidi codificati dalle triplette di nucleotidi. 

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...