giovedì 11 febbraio 2016

Robert Silverberg: Morire dentro






















L'articolo su Morire dentro è offerto dalla Biblioteca Galattica, l'enciclopedia online dedicata alla narrativa di fantascienza. Si rimanda alla scheda completa per i dettagli e l'approfondimento.

Titolo Originale: Dying Inside
Autore: Robert Silverberg 
Anno: 1972
Genere: Innerspace SF

David Selig è un telepatico, un uomo con la capacità di leggere nel pensiero, di entrare nelle menti altrui. Questo potere ha condizionato la sua vita impedendogli o rovinando ogni contatto con le altre persone, come se la sua capacità creasse allo stesso tempo una sorta di barriera per qualsiasi rapporto d’amore o anche di semplice amicizia. David deve affrontare ora il rapido declino del suo potere, destinato a svanire per sempre, ma questo forse gli permetterà di avvicinare davvero gli altri esseri umani e di avere una vita più felice.

Il romanzo è costruito su due piani narrativi distinti: da un lato le vicende odierne del protagonista e della crisi del suo potere, dall’altro continui flashback che ne ricostruiscono la vita. L’idea della telepatia non è particolarmente originale e neanche l’intreccio in sé è particolarmente degno di menzione. Ciò in cui Silverberg eccelle è lo stile magistrale con cui riesce a descrivere il travaglio interiore, le dinamiche delle emozioni e dei pensieri, le debolezze e tutti i fantasmi del passato che opprimono Selig, in quello che è sicuramente uno dei capolavori della letteratura d’introspezione. Lettura consigliata, con l’avvertenza, però, che l’appassionato di fantascienza può trovarvi poco del suo genere preferito.

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...