lunedì 19 settembre 2016

Il caso della luna "paonazza" di Plutone


La macchia rossa osservata al polo nord di Caronte, la più grande luna di Plutone, è dovuta al flusso di metano che dall’atmosfera del pianeta nano si riversa sul satellite. Ma risolto questo mistero ne è arrivato subito un altro: non si capisce perché Plutone emetta raggi X.

Era il mese di giugno 2015 quando la sonda NASA New Horizons catturò un’immagine ad alta risoluzione di Caronte. La foto, realizzata grazie alla Ralph/Multispectral Visual Imaging Camera (MVIC) a bordo della sonda, mostrava un’inspiegabile macchia rossa nel polo nord del satellite. Ora il mistero è stato svelato: la risposta risiede nel flusso di metano. Il gas viaggia dal piccolo pianeta fino alla luna, si deposita come ghiaccio ai poli, e in un secondo momento viene convertito in sostanze di colore rosso dai raggi solari.


Continua a leggere su Fly Orbit News »»

Immagine: NASA/JHUAPL/SwRI

2 commenti:

  1. La realtà supera spesso anche l'immaginazione più sfrenata.
    E spesso, come in questo caso, è anche molto più affascinante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. Il "sense of wonder" non vale solo per i libri di fantascienza.

      Elimina

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...