sabato 3 settembre 2016

Ursula K. Le Guin è già un classico dei nostri tempi

Ursula K. Le Guin sale agli onori della letteratura. La prestigiosa Library of America, che negli Stati Uniti è considerata il più alto riconoscimento dopo il premio Nobel, ha incluso le opere dell'autrice nella sua collezione. La prima pubblicazione è avvenuta il 6 settembre con il volume numero 281.

Si tratta di un onore riservato a pochissimi eletti. Proprio per assicurarsi di pubblicare solo autori dallo spessore conclamato, la stragrande maggioranza dei volumi scelti dalla Library of America appartiene ad autori morti e sepolti come Melville, Twain, Hawthorne e altri. Pochi, davvero pochi, sono gli scrittori che vengono già considerati dei classici mentre sono ancora in vita. 

L'idea iniziale della Library of America era quella di pubblicare uno dei classici fantascientifici della scrittrice, ma Ursula K. Le Guin ha chiesto esplicitamente di cominciare dalle sue opere meno conosciute. «Non voglio essere ridimensionata come "scrittrice di fantascienza" e basta» ha spiegato in un'intervista al New York Times. «La gente cerca sempre di tirarmi fuori dal panorama letterario, e io lo detesto».

Ad ogni modo, in Italia e nel mondo la scrittrice è considerata fra i migliori autori di fantasy e fantascienza di tutto il Novecento. Tra le sue opere fantasy più note figura la Saga di Terramare, mentre fra i suoi (tanti) capolavori di fantascienza meritano di essere menzionati I reietti dell'altro pianeta e La mano sinistra delle tenebre.  

A 86 anni suonati, Ursula K. Le Guin può considerarsi davvero soddisfatta della sua carriera. Che lo si voglia o meno, bisogna riconoscerle di aver contribuito con i suoi romanzi a far entrare il fantasy e la science fiction nell'olimpo della letteratura.

Ultimo aggiornamento: 28 novembre 2016

2 commenti:

  1. Autrice interessante, inventrice dell'Ansible. invenzione fantascientifica, neh.

    RispondiElimina

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...