venerdì 21 luglio 2017

Urania Millemondi 78: Progetto Giove. Tre romanzi di Fredric Brown

Non è troppo tardi per segnalare l'uscita in edicola del libro più maturo di Fredric Brown: Progetto Giove. Il romanzo fa parte di un tris di romanzi completi dell'autore raggruppati in un unico volume argentato, l'Urania Millemondi numero 78. Al suo interno anche un'altra storia di fantascienza, Gli strani suicidi di Bartlesville, e un giallo dal titolo Uno strano cliente. quest'ultimo è un giallo tendente al bizzarro, in perfetto stile Fredric Brown, l'autore più venduto da Urania insieme ad Arthur C. Clarke. Per accaparrarsi il volume c'è tempo fino alla fine di luglio. In alternativa la Mondadori mette a disposizione l'ebook a tempo indeterminato sugli store online.


PROGETTO GIOVE

Il romanzo di Fredric Brown (1906-1972) dal titolo Progetto Giove vide la luce nel 1953 ed è la storia di Max Andrews, un tecnico dei razzi che all'età di cinquantasette anni sogna di vedere l'uomo su Giove dopo il già effettuato sbarco sulla Luna. Max Andrews è un ex astronauta che ha dovuto interrompere la sua carriera a causa di un grave infortunio. Sogna le stelle ed ha la volontà e la determinazione per far compiere alla specie umana un piccolo passo verso di esse, e quel piccolo passo si chiama Giove. Max si muove sia dal punto di vista politico che tecnico per raggiungere il suo obiettivo. Il primo passo del suo piano è far approvare il progetto al governo americano, e il secondo passo prevede che sia lui stesso a guidare il progetto. Max è un uomo che non crede nelle barriere (fisiche o concettuali), un uomo a cui la relatività «fa arrabbiare perché cerca di porre dei limiti» alla velocità dei razzi spaziali. 

Progetto Giove è la storia di una nuova era spaziale alle porte, in cui l'umanità, spinta dal bisogno di rivalsa dell'ex astronauta Max Andrews, ha l'occasione di tornare a esplorare lo spazio dopo un lungo periodo di sonnolenza.

GLI STRANI SUICIDI DI BARTLESVILLE

In una piccola cittadina americana si susseguono alcuni suicidi ravvicinati e apparentemente inspiegabili. La polizia tende ad archiviare subito il caso, ma la provvidenza vuole che un cane si ammazzi lanciandosi sotto la macchina di uno scienziato capitato lì per passare le vacanze. Lo spirito di ricerca di quell'uomo lo spinge a indagare sulla misteriosa serie di suicidi. 

Una curiosità del romanzo è che la causa dei suicidi misteriosi viene svelata sin dalle prime pagine. Il lettore sa, mentre i personaggi sono all'oscuro di tutto. Per questo motivo, ma non solo, viene fuori una storia tutto sommato divertente, anche se Gli strani suicidi di Bartlesville non è certo l'opera più simpatica dell'autore.

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...