giovedì 14 settembre 2017

“I racconti della biblioteca fantastica” di Icilio Bianchi

Le edizioni Cliquot presentano in formato ebook un'antologia di racconti gotici scritti nei primissimi anni del Novecento da un autore italiano dimenticato. Si chiamava Icilio Bianchi, nacque nel 1890 e non è noto esattamente quando morì. 

La raccolta recuperata dalla redazione di Cliqout comprende precisamente sette storie di Icilio Bianchi il quale, anche con lo pseudonimo Ycil Whites, pubblicò le sue storie insieme ad altri autori nella Biblioteca fantastica dei giovani italiani, un prodotto editoriale che vide la luce nel lontano 1907. 

Lo scopo della Biblioteca – e quindi della Società Editrice Milanese che la pubblicava – era quello di uscire in volumi da sedici racconti, anche se prima di tutto uscirono in edicola dei fascicoletti speciali al costo di dieci centesimi contenenti, ciascuno, un singolo racconto. 

All'epoca i racconti erano illustrati da tale Ottavio Rodella (Tavio), così, tanto per non farsi mancare niente, l'attuale edizione Cliquot mantiene al suo interno i medesimi disegni. 

I racconti della biblioteca fantastica di Icilio Bianchi si aggiunge alla collana Generi per fare compagnia ad altri autori italiani riscoperti dalla casa editrice romana Cliquot che, per sua stessa affermazione, «punta al recupero, cioè alla proposta o riproposta nell’era digitale, di opere realizzate nel passato e rimaste intrappolate troppo a lungo nella limitatezza del supporto cartaceo». La collana Generi include tra le sue fila anche le opere di Daniele Oberto Marrama (1874-1912), Vasco Mariotti (1906-1962) e Calogero Ciancimino (1899-1936). 

Nessun commento:

Posta un commento

sharethis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...